Presentazione

 

 maris è un’organismo di ricerca scientifica e tecnologica senza fine di lucro, a capitale interamente pubblico, partecipato dall’INGV-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dall’Università degli Studi di Messina. La sua missione si articola nelle seguenti attività:

  • realizzare e gestire sistemi di monitoraggio evoluti, quali il rilevamento della radiazione elettromagnetica, dalle frequenze più basse dello spettro (VLF) a quelle più alte (regione Gamma), il rilevamento da mezzo aereo, l'acquisizione ed elaborazione dati, la mappatura di zone contaminate da sostanze radionuclidiche
  • progettare e sviluppare sensori payload per sistemi di robotica sottomarina per applicazioni militari e civili connesse alla sicurezza  (S3MAG2, cobrevettato MARIS)
  • monitorare il moto ondoso con l'innovativo sistema OS-IS, Ocean Seismic Integrated Solutions (cobrevettato MARIS), basato su misure microsismiche da terra
  • applicare tecniche di monitoraggio multiparametrico finalizzate all'erosione costiera e ai dissesti idrogeologici
  • progettare e gestire tecnologie innovative dedicate al monitoraggio in continuo dei reflui urbani e industriali e al riuso idrico
  • cooperare con altre strutture di ricerca scientifica e tecnologica, oltre che con soggetti industriali nel settore delle nanotecnologie applicate all'ambiente, con particolare riferimento al grafene e alle sue applicazioni nel disinquinamento da idrocarburi e nelle prospettive dell'innovazione tecnologica sulla dissalazione delle acque marine.

 

MARIS è anche attiva nell'innovazione tecnologica mirata alla sicurezza delle persone e del patrimonio ambientale, cooperando con realtà industriali che hanno consolidato la propria azione in settori specifici come quello delle tecnologie, dei metamateriali, dell'ingegneria ambientale per lo smaltimento dei rifiuti con la loro valorizzazione economica e la produzione di energia ecosostenibile; l'antincendio,  la ricerca tecnologica per l'abbattimento e la neutralizzazione delle polveri sottili. In materia di prevenzione del rischio sismico e innovazione dei sistemi edificatori antisismici è impegnata nel recente sistema METACOMF-Metamaterials Composite Foundation, per la dissipazione dell'energia sismica al livello della fondazione degli edifici.

Il suo background si fonda nella vasta esperienza di studio e di ricerca dell’INGV-Istituto di Geofisica e Vulcanologia e dell'Università di Messina dei quali è diretta promanazione, oltre che di vari Atenei e centri di ricerca in Italia e all'estero.

La ricerca innovativa strategica di MARIS è orientata verso la qualità dell’ambiente, il controllo di fonti inquinanti nelle componenti biotiche e abiotiche, la progettazione e direzione degli interventi di risanamento ambientale e nella mitigazione del rischio naturale e antropico, il supporto tecnico-scientifico agli Enti locali per la valorizzazione dei sistemi costieri-marini, anche in relazione alle trasformazioni nell'uso del territorio a fronte dei cambiamenti climatici. Ha coordinato la messa a punto di sistemi tecnologici innovativi nel ciclo di trattamento dei reflui urbani e industriali, compreso il recupero idrico.

Inoltre, MARIS svolge attività di formazione di alto profilo multidisciplinare nel campo energetico-ambientale, con particolare attenzione ai contenuti tecnico-gestionali della produzione di energia da fonti rinnovabili, privilegiando processi di sviluppo sostenibile caratterizzati da efficienza e risparmio energetico. Conduce indagini esplorative e misure, redige studi di fattibilità per il recupero energetico di biogas nelle discariche di Rsu.

MARIS é impegnata, altresì, nel settore della prevenzione e della sicurezza, attraverso la messa a punto di sistemi integrati di controllo remoto, acquisizione, elaborazione e interpretazione dei dati, anche con l’impiego di tecniche avanzate di intelligenza artificiale. In questa direzione è impegnata nella salvaguardia del patrimonio naturale, architettonico, monumentale e artistico rispetto al rischi CBRNe e al terrorismo. Ha preso parte attiva all'Esercitazione Nazionale della Difesa Civile (Ministero dell'Interno, 2015) con la simulazione di un grave attentato terroristico con impiego di sostanze radioattive e conseguente fall-out, impiegando tecniche speciali di rilevamento. In questo specifico settore del rischio nucleare, MARIS si è fatta promotrice di proposte innovative per la protezione di complessi monumentali e museali di rilievo internazionale.

In relazione alle attività di monitoraggio in ambiente marino e costiero, MARIS è impegnata sul fronte del Marine litter e della protezione delle biodiversità marine, anche attraverso la progettazione di sistemi di recupero e trattamento delle materie plastiche inquinanti disperse in mare.

 

MARIS ha brevettato e co-brevetatto vari apparati strumentali di rilevamento e di misure speciali:

  • Sistema per il monitoraggio di fenomeni di bradisismo e subsidenza
  • Sistema e Metodo per la misura del moto ondoso da terra - OS-IS
  • Veicolo Autonomo Subacqueo per la segnatura magnetica di navi militari - S3MAG.

(Vedi su ATTIVITA, voce Brevetti)

 

Istituto Nazionale di

Geofisica e Vulcanologia

 

 

Università degli

Studi di Messina

EVENTI DI RILIEVO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA, 14 SETTEMBRE 2018 - EVENTO "SPINTRONICS AND ROBOTICS AT UNIME, INNOVATION TECHNOLOGY IN HAZARD MITIGATION FOR THE ENVIRONMENT AND SECURITY", CON LA PRESENZA DEL PREMIO NOBEL PER LA FISICA prof. ALBERT FERT - MARIS RICERCA PARTECIPA UFFICIALMENTE